Venerdì, 21 Giugno 2024

COSA VEDERE A NAPOLI

Cosa vedere a Napoli

 

Cappella Sansevero
Via Francesco De Sanctis, 19/21 80134 Napoli

Situata nelle vicinanze della piazza San Domenico Maggiore, questa chiesa, oggi sconsacrata, è attigua al palazzo di famiglia dei principi di Sansevero, da questo separata da un vicolo una volta sormontato da un ponte sospeso che consentiva ai membri della famiglia di accedere privatamente al luogo di culto.

Orari di apertura
Tutti i giorni:

9.00-19.00
Chiuso il martedì
Ultimo ingresso > 18.3

 
Maschio Angioino
Via Vittorio Emanuele III, 80133 Napoli

È uno storico castello medievale e rinascimentale, nonché uno dei simboli della città. Il castello domina la scenografica piazza Municipio ed è sede della Società napoletana di storia patria e del comitato di Napoli dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano. Nel complesso è situato anche il Museo civico, cui appartengono la cappella Palatina e i percorsi museali del primo e secondo piano.

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato 8:30 – 18:30 con l’ultimo ingresso possibile dalle ore 17.00. L’ingresso è possibile solo previa prenotazione sul sito ufficiale del Comune di Napoli: https://ingressi.comune.napoli0

 

Cimitero delle Fontanelle
Via delle Fontanelle, 80 80136 Napoli
 
È un antico cimitero della città di Napoli; Chiamato in questo modo per la presenza in tempi remoti di fonti d'acqua, il cimitero accoglie circa 40.000 resti di persone, vittime della grande peste del 1656 e del colera del 1836. Il cimitero è noto anche perché vi si svolgeva un particolare rito, detto il rito delle "anime pezzentelle", che prevedeva l'adozione e la sistemazione, in cambio di protezione, di un cranio, al quale corrispondeva un'anima abbandonata.
 
Orari di apertura
Tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00

 

Decumani di Napoli
Via Sapienza 80138 Napoli (Decumano Superiore), via dei Tribunali 80139 (Decumano Maggiore), via Benedetto Croce 80134 (Decumano Inferiore – Spaccanapoli).

Sono tre antiche strade di Napoli create alla fine del VI secolo a.C. durante l'epoca greca costituenti il cuore del centro antico della città. I tre decumani scorrevano parallelamente l'uno dall'altro attraversando da est a ovest la città antica, parallelamente rispetto alla costa. Il termine decumano utilizzato in via ufficiale risulta in realtà un termine improprio in quanto esso caratterizza un sistema di urbanizzazione di epoca romana. Ancora oggi, tutte e tre le vie del nucleo antico fanno parte della porzione di centro storico di Napoli protetto dall'UNESCO e contengono al loro interno un elevato numero di palazzi nobiliari, chiese monumentali e siti archeologici della città.

 

Basilica di Santa Chiara
Via Santa Chiara, 49/c 80134 Napoli.

È un edificio di culto monumentale di Napoli, tra i più importanti e grandi complessi monastici della città. La basilica ha il suo ingresso su via Benedetto Croce (decumano inferiore), sorgendo sul lato nord-orientale di piazza del Gesù Nuovo, di fronte alla chiesa omonima ed adiacente a quella delle clarisse, un tempo quest'ultima facente parte del complesso monastico di Santa Chiara.

Orari di apertura
Dal lunedì al sabato 9:30-17:00

Domenica 10:00-14:00

 

Piazza del Gesù Nuovo
Piazza del Gesù Nuovo, 80134 Napoli.

La piazza, che deve il nome all'omonima chiesa ivi presente, è posizionata sul decumano inferiore e la sua posizione centrale rispetto al centro storico cittadino la pone a pochi passi da altri importanti luoghi storici. Fulcro di alcuni dei più importanti monumenti di Napoli, la Piazza ruota attorno al monumentale obelisco dell'Immacolata, maestosa guglia di marmo bianco e bardiglio posta al centro dello spiazzale

 

Via San Gregorio Armeno
Via San Gregorio Armeno, 80138 Napoli.

Celebre per le botteghe artigiane di presepi, la strada presenta alcune tipicità dell'architettura urbanistica greca la quale caratterizza tutto il centro antico di Napoli. Le due principali strade dell'antica Neapolis erano congiunte perpendicolarmente proprio da questa strada, all'altezza della Basilica di San Paolo Maggiore, dove sorgeva l'agorà.

La tradizione presepiale di san Gregorio Armeno ha un'origine remota: la nascita del presepe napoletano è naturalmente risale alla fine del Settecento. Tipica di via san Gregorio Armeno è anche il sontuoso campanile dell'omonima chiesa che si affaccia sulla strada, il quale si innalza sopra il livello della stessa.

  

Napoli Sotterranea
Piazza San Gaetano, 69 80138 Napoli.

Il sottosuolo di Napoli è attraversato da una grande rete di cunicoli, gallerie, acquedotti e spazi scavati ed utilizzati dall'uomo durante la storia della città sin da diversi secoli avanti Cristo fino a pochi anni dopo la fine del secondo conflitto mondiale, ed ancora oggi, almeno in parte, visitabili.

È visibile uno di questi luoghi, in cui si alternano tra cisterne e cave, cunicoli e pozzi, resti del periodo greco-romano e catacombe, sotto la Basilica di San Paolo Maggiore, dove è visitabile l'acquedotto greco-romano.

Orari di apertura
Dal lunedì al venerdì 10–18

Sabato e domenica 09:30–18
(giovedì ore 21.00 solo su prenotazione raggiungendo un minimo di 10 persone). Per gruppi inferiori a 10 persone non è necessaria la prenotazione. 

 

 

 

 

SPR è un’associazione scientifica internazionale che incoraggia lo sviluppo della ricerca in psicoterapia, nel rispetto dei suoi diversi indirizzi, e mira a valorizzare e migliorare il contributo della ricerca alla teoria clinica e alla pratica terapeutica.

SPR-ITALIA AREA GROUP
sede legale: Via Liguria 19

90144 Palermo
CF: 11661830155
P.IVA: 06491871007
info@spritalia.org 

Segreteria organizzativa:
Arké Eventi di Daniela M. Strozzi
Viale Abruzzi, 11 – 20131 Milano
Tel. 338.6396215 - info@arkeventi.it
www.arkeventi.it